La guida italiana ai programmi televisivi del digitale terrestre
   
Zam Tv

Iscriviti alla Newsletter di zam per ricevere i programmi della serata in Tv.

Email:

  • Canali Tv
Rai 1
Rai 1 Ch 1Aggiungi Rai 1 ai favoriti
Rai 2
Rai 2 Ch 2Aggiungi Rai 2 ai favoriti
Rai 3
Rai 3 Ch 3Aggiungi Rai 3 ai favoriti
Rete 4
Rete 4 Ch 4Aggiungi Rete 4 ai favoriti
Canale 5
Canale 5 Ch 5Aggiungi Canale 5 ai favoriti
Italia 1
Italia 1 Ch 6Aggiungi Italia 1 ai favoriti
La7
La7 Ch 7Aggiungi La7 ai favoriti
TV8
TV8 Ch 8Aggiungi TV8 ai favoriti
Nove
Nove Ch 9Aggiungi Nove ai favoriti
20 Mediaset
20 Mediaset Ch 20Aggiungi 20 Mediaset ai favoriti
Rai 4
Rai 4 Ch 21Aggiungi Rai 4 ai favoriti
Iris
Iris Ch 22Aggiungi Iris ai favoriti
Rai 5
Rai 5 Ch 23Aggiungi Rai 5 ai favoriti
Rai Movie
Rai Movie Ch 24Aggiungi Rai Movie ai favoriti
Rai premium
Rai premium Ch 25Aggiungi Rai premium ai favoriti
Cielo
Cielo Ch 26Aggiungi Cielo ai favoriti
Twentyseven
Twentyseven Ch 27Aggiungi Twentyseven ai favoriti
Tv 2000
Tv 2000 Ch 28Aggiungi Tv 2000 ai favoriti
La7d
La7d Ch 29Aggiungi La7d ai favoriti
La5
La5 Ch 30Aggiungi La5 ai favoriti
Realtime
Realtime Ch 31Aggiungi Realtime ai favoriti
QVC
QVC Ch 32Aggiungi QVC ai favoriti
Food Network
Food Network Ch 33Aggiungi Food Network ai favoriti
Cine34
Cine34 Ch 34Aggiungi Cine34 ai favoriti
Focus
Focus Ch 35Aggiungi Focus ai favoriti
RTL 102.5 TV
RTL 102.5 TV Ch 36Aggiungi RTL 102.5 TV ai favoriti
GM24
GM24 Ch 37Aggiungi GM24 ai favoriti
Giallo
Giallo Ch 38Aggiungi Giallo ai favoriti
Top Crime
Top Crime Ch 39Aggiungi Top Crime ai favoriti
Boing
Boing Ch 40Aggiungi Boing ai favoriti
K2
K2 Ch 41Aggiungi K2 ai favoriti
RaiGulp
RaiGulp Ch 42Aggiungi RaiGulp ai favoriti
Rai YoYo
Rai YoYo Ch 43Aggiungi Rai YoYo ai favoriti
Frisbee
Frisbee Ch 44Aggiungi Frisbee ai favoriti
Boing Plus
Boing Plus Ch 45Aggiungi Boing Plus ai favoriti
Cartoonito
Cartoonito Ch 46Aggiungi Cartoonito ai favoriti
Super!
Super! Ch 47Aggiungi Super! ai favoriti
Rai News
Rai News Ch 48Aggiungi Rai News ai favoriti
Italia 2
Italia 2 Ch 49Aggiungi Italia 2 ai favoriti
Tgcom24
Tgcom24 Ch 51Aggiungi Tgcom24 ai favoriti
Dmax
Dmax Ch 52Aggiungi Dmax ai favoriti
Rai Storia
Rai Storia Ch 54Aggiungi Rai Storia ai favoriti
Mediaset Extra
Mediaset Extra Ch 55Aggiungi Mediaset Extra ai favoriti
HGTV
HGTV Ch 56Aggiungi HGTV ai favoriti
Raisport
Raisport Ch 57Aggiungi Raisport ai favoriti
Motor Trend
Motor Trend Ch 59Aggiungi Motor Trend ai favoriti
Sportitalia
Sportitalia Ch 60Aggiungi Sportitalia ai favoriti
Donna Tv
Donna Tv Ch 62Aggiungi Donna Tv ai favoriti
Super Tennis
Super Tennis Ch 64Aggiungi Super Tennis ai favoriti
Alma Tv
Alma Tv Ch 65Aggiungi Alma Tv ai favoriti
VH1
VH1 Ch 67Aggiungi VH1 ai favoriti
Bom Channel
Bom Channel Ch 68Aggiungi Bom Channel ai favoriti
Deejay Tv
Deejay Tv Ch 69Aggiungi Deejay Tv ai favoriti
Radio Italia Tv
Radio Italia Tv Ch 70Aggiungi Radio Italia Tv ai favoriti
7 Gold
7 Gold Ch 77Aggiungi 7 Gold ai favoriti
Lombardia TV
Lombardia TV Ch 99Aggiungi Lombardia TV ai favoriti
Retecapri
Retecapri Ch 122Aggiungi Retecapri ai favoriti
Gold Tv
Gold Tv Ch 128Aggiungi Gold Tv ai favoriti
Rai Scuola
Rai Scuola Ch 146Aggiungi Rai Scuola ai favoriti
RadioFreccia
RadioFreccia Ch 258Aggiungi RadioFreccia ai favoriti
Rsi La 1
Rsi La 1 Ch 999Aggiungi Rsi La 1 ai favoriti
Rsi La 2
Rsi La 2 Ch 1000Aggiungi Rsi La 2 ai favoriti

 Sky

Passato e presente

 
Passato e presente

FILM Commedia 1971  Valutazione Passato e presente 4 stelle Valutazione Passato e presente 4 stelle Valutazione Passato e presente 4 stelle Valutazione Passato e presente 4 stelle (Zammometro: 4,61 stelle su 5 33 voti)

 
00:50
Rai Storia
Ch: 54
Martedì 09/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Il Medioevo non esiste Il medioevo, l'età di mezzo, è stata tramandata come un'epoca buia, cupa, brutale e superstiziosa, tanto che per gli anglosassoni è la "dark age" e in italiano il termine medioevo è spesso utilizzato come sinonimo di arretratezza e ignoranza. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e il professor Alessandro Barbero "smontano" i luoghi comuni su questa epoca, raccontandone l'origine. In realtà, tra l'XI e il XIV secolo, l'Europa vive una fase di espansione e di grande vivacità, sia culturale che economica. La distorsione dei fatti comincia con il Rinascimento, che, mentre afferma se stesso, contesta ciò che lo ha preceduto. Il passo decisivo verso una visione deformata del medioevo viene però compiuto dalla storiografia protestante, che, denunciando la corruzione nella gestione del potere durante i secoli della dominazione papale, ne emette una condanna totale. I pensatori illuministi non faranno altro che riprendere, stigmatizzandoli, questi temi per esaltare la nuova epoca della ragione, consolidando così un giudizio sommario e negativo, ancora oggi duro a morire.
 
06:00
Rai Storia
Ch: 54
Martedì 09/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Il Medioevo non esiste Il medioevo, l'età di mezzo, è stata tramandata come un'epoca buia, cupa, brutale e superstiziosa, tanto che per gli anglosassoni è la "dark age" e in italiano il termine medioevo è spesso utilizzato come sinonimo di arretratezza e ignoranza. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e il professor Alessandro Barbero "smontano" i luoghi comuni su questa epoca, raccontandone l'origine. In realtà, tra l'XI e il XIV secolo, l'Europa vive una fase di espansione e di grande vivacità, sia culturale che economica. La distorsione dei fatti comincia con il Rinascimento, che, mentre afferma se stesso, contesta ciò che lo ha preceduto. Il passo decisivo verso una visione deformata del medioevo viene però compiuto dalla storiografia protestante, che, denunciando la corruzione nella gestione del potere durante i secoli della dominazione papale, ne emette una condanna totale. I pensatori illuministi non faranno altro che riprendere, stigmatizzandoli, questi temi per esaltare la nuova epoca della ragione, consolidando così un giudizio sommario e negativo, ancora oggi duro a morire.
 
09:05
Rai Storia
Ch: 54
Martedì 09/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Il Medioevo non esiste Il medioevo, l'età di mezzo, è stata tramandata come un'epoca buia, cupa, brutale e superstiziosa, tanto che per gli anglosassoni è la "dark age" e in italiano il termine medioevo è spesso utilizzato come sinonimo di arretratezza e ignoranza. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e il professor Alessandro Barbero "smontano" i luoghi comuni su questa epoca, raccontandone l'origine. In realtà, tra l'XI e il XIV secolo, l'Europa vive una fase di espansione e di grande vivacità, sia culturale che economica. La distorsione dei fatti comincia con il Rinascimento, che, mentre afferma se stesso, contesta ciò che lo ha preceduto. Il passo decisivo verso una visione deformata del medioevo viene però compiuto dalla storiografia protestante, che, denunciando la corruzione nella gestione del potere durante i secoli della dominazione papale, ne emette una condanna totale. I pensatori illuministi non faranno altro che riprendere, stigmatizzandoli, questi temi per esaltare la nuova epoca della ragione, consolidando così un giudizio sommario e negativo, ancora oggi duro a morire.
 
13:15
Rai 3
Ch: 3
Martedì 09/08/2022
(45m)
Stagione: 2020/21. Enemy aliens: stranieri in terra nemica Allo scoppio della Prima guerra mondiale emerge la questione degli stranieri residenti in terra nemica: tutti quei civili originari di paesi dello schieramento opposto, che si trovano improvvisamente nella condizione di Enemy Aliens: nemici in Patria, soggetti dai quali guardarsi e, potenzialmente, difendersi. Ne parlano la professoressa Daniela Caglioti e Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Per affrontare questo problema gli Stati, sia europei che extra-europei, adottano una serie di provvedimenti che vanno dal semplice controllo, alla confisca dei beni, fino alla detenzione e all'internamento in appositi campi di concentramento. Una pratica che continua, assumendo forme coercitive ancora più drammatiche, anche nel secondo conflitto mondiale, mentre risultano vani gli sforzi per approvare una convenzione che metta gli Enemy Aliens al riparo da violenze e persecuzioni.
 
14:20
Rai Storia
Ch: 54
Martedì 09/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Il Medioevo non esiste Il medioevo, l'età di mezzo, è stata tramandata come un'epoca buia, cupa, brutale e superstiziosa, tanto che per gli anglosassoni è la "dark age" e in italiano il termine medioevo è spesso utilizzato come sinonimo di arretratezza e ignoranza. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e il professor Alessandro Barbero "smontano" i luoghi comuni su questa epoca, raccontandone l'origine. In realtà, tra l'XI e il XIV secolo, l'Europa vive una fase di espansione e di grande vivacità, sia culturale che economica. La distorsione dei fatti comincia con il Rinascimento, che, mentre afferma se stesso, contesta ciò che lo ha preceduto. Il passo decisivo verso una visione deformata del medioevo viene però compiuto dalla storiografia protestante, che, denunciando la corruzione nella gestione del potere durante i secoli della dominazione papale, ne emette una condanna totale. I pensatori illuministi non faranno altro che riprendere, stigmatizzandoli, questi temi per esaltare la nuova epoca della ragione, consolidando così un giudizio sommario e negativo, ancora oggi duro a morire.
 
20:35
Rai Storia
Ch: 54
Martedì 09/08/2022
(35m)
Stagione: 2020/21. Enemy aliens: stranieri in terra nemica Allo scoppio della Prima guerra mondiale emerge la questione degli stranieri residenti in terra nemica: tutti quei civili originari di paesi dello schieramento opposto, che si trovano improvvisamente nella condizione di Enemy Aliens: nemici in Patria, soggetti dai quali guardarsi e, potenzialmente, difendersi. Ne parlano la professoressa Daniela Caglioti e Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Per affrontare questo problema gli Stati, sia europei che extra-europei, adottano una serie di provvedimenti che vanno dal semplice controllo, alla confisca dei beni, fino alla detenzione e all'internamento in appositi campi di concentramento. Una pratica che continua, assumendo forme coercitive ancora più drammatiche, anche nel secondo conflitto mondiale, mentre risultano vani gli sforzi per approvare una convenzione che metta gli Enemy Aliens al riparo da violenze e persecuzioni.
 
01:00
Rai Storia
Ch: 54
Mercoledì 10/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Enemy aliens: stranieri in terra nemica Allo scoppio della Prima guerra mondiale emerge la questione degli stranieri residenti in terra nemica: tutti quei civili originari di paesi dello schieramento opposto, che si trovano improvvisamente nella condizione di Enemy Aliens: nemici in Patria, soggetti dai quali guardarsi e, potenzialmente, difendersi. Ne parlano la professoressa Daniela Caglioti e Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Per affrontare questo problema gli Stati, sia europei che extra-europei, adottano una serie di provvedimenti che vanno dal semplice controllo, alla confisca dei beni, fino alla detenzione e all'internamento in appositi campi di concentramento. Una pratica che continua, assumendo forme coercitive ancora più drammatiche, anche nel secondo conflitto mondiale, mentre risultano vani gli sforzi per approvare una convenzione che metta gli Enemy Aliens al riparo da violenze e persecuzioni.
 
06:00
Rai Storia
Ch: 54
Mercoledì 10/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Enemy aliens: stranieri in terra nemica Allo scoppio della Prima guerra mondiale emerge la questione degli stranieri residenti in terra nemica: tutti quei civili originari di paesi dello schieramento opposto, che si trovano improvvisamente nella condizione di Enemy Aliens: nemici in Patria, soggetti dai quali guardarsi e, potenzialmente, difendersi. Ne parlano la professoressa Daniela Caglioti e Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Per affrontare questo problema gli Stati, sia europei che extra-europei, adottano una serie di provvedimenti che vanno dal semplice controllo, alla confisca dei beni, fino alla detenzione e all'internamento in appositi campi di concentramento. Una pratica che continua, assumendo forme coercitive ancora più drammatiche, anche nel secondo conflitto mondiale, mentre risultano vani gli sforzi per approvare una convenzione che metta gli Enemy Aliens al riparo da violenze e persecuzioni.
 
08:50
Rai Storia
Ch: 54
Mercoledì 10/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Enemy aliens: stranieri in terra nemica Allo scoppio della Prima guerra mondiale emerge la questione degli stranieri residenti in terra nemica: tutti quei civili originari di paesi dello schieramento opposto, che si trovano improvvisamente nella condizione di Enemy Aliens: nemici in Patria, soggetti dai quali guardarsi e, potenzialmente, difendersi. Ne parlano la professoressa Daniela Caglioti e Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Per affrontare questo problema gli Stati, sia europei che extra-europei, adottano una serie di provvedimenti che vanno dal semplice controllo, alla confisca dei beni, fino alla detenzione e all'internamento in appositi campi di concentramento. Una pratica che continua, assumendo forme coercitive ancora più drammatiche, anche nel secondo conflitto mondiale, mentre risultano vani gli sforzi per approvare una convenzione che metta gli Enemy Aliens al riparo da violenze e persecuzioni.
 
13:15
Rai 3
Ch: 3
Mercoledì 10/08/2022
(45m)
Stagione: 2020/21. Lo smemorato di Collegno Lo "Smemorato di Collegno", è il nome che, nel 1927, la stampa affibbia a un uomo rinchiuso da un anno nel famoso manicomio del paese vicino a Torino. Come molti, nell'Italia del primo dopoguerra, dice di non ricordare nulla della propria identità, né del proprio passato. La Grande Guerra è finita da meno di dieci anni e i dispersi, o i reduci colpiti da amnesie non mancano. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e la professoressa Lisa Roscioni ripercorrono la storia dello smemorato di Collegno. Il suo caso riempie le cronache e divide l'opinione pubblica dell'epoca. Dopo la pubblicazione della sua foto nella rubrica sugli scomparsi di un settimanale a larghissima tiratura nazionale, infatti, due donne lo rivendicano come marito e padre dei loro figli. E mentre, con una di esse, lo Smemorato si costruisce una nuova vita, inizia il caso giudiziario che più di ogni altro appassiona l'Italia del Ventennio. Smemorato vittima della guerra o truffatore? Una vicenda intricata che vede sullo sfondo gli imbarazzi del Regime fascista e del Vaticano, negli anni che precedono il Concordato tra Stato e Chiesa.
 
14:25
Rai Storia
Ch: 54
Mercoledì 10/08/2022
(35m)
Stagione: 2020/21. Enemy aliens: stranieri in terra nemica Allo scoppio della Prima guerra mondiale emerge la questione degli stranieri residenti in terra nemica: tutti quei civili originari di paesi dello schieramento opposto, che si trovano improvvisamente nella condizione di Enemy Aliens: nemici in Patria, soggetti dai quali guardarsi e, potenzialmente, difendersi. Ne parlano la professoressa Daniela Caglioti e Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Per affrontare questo problema gli Stati, sia europei che extra-europei, adottano una serie di provvedimenti che vanno dal semplice controllo, alla confisca dei beni, fino alla detenzione e all'internamento in appositi campi di concentramento. Una pratica che continua, assumendo forme coercitive ancora più drammatiche, anche nel secondo conflitto mondiale, mentre risultano vani gli sforzi per approvare una convenzione che metta gli Enemy Aliens al riparo da violenze e persecuzioni.
 
20:35
Rai Storia
Ch: 54
Mercoledì 10/08/2022
(35m)
Stagione: 2020/21. Lo smemorato di Collegno Lo "Smemorato di Collegno", è il nome che, nel 1927, la stampa affibbia a un uomo rinchiuso da un anno nel famoso manicomio del paese vicino a Torino. Come molti, nell'Italia del primo dopoguerra, dice di non ricordare nulla della propria identità, né del proprio passato. La Grande Guerra è finita da meno di dieci anni e i dispersi, o i reduci colpiti da amnesie non mancano. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e la professoressa Lisa Roscioni ripercorrono la storia dello smemorato di Collegno. Il suo caso riempie le cronache e divide l'opinione pubblica dell'epoca. Dopo la pubblicazione della sua foto nella rubrica sugli scomparsi di un settimanale a larghissima tiratura nazionale, infatti, due donne lo rivendicano come marito e padre dei loro figli. E mentre, con una di esse, lo Smemorato si costruisce una nuova vita, inizia il caso giudiziario che più di ogni altro appassiona l'Italia del Ventennio. Smemorato vittima della guerra o truffatore? Una vicenda intricata che vede sullo sfondo gli imbarazzi del Regime fascista e del Vaticano, negli anni che precedono il Concordato tra Stato e Chiesa.
 
01:00
Rai Storia
Ch: 54
Giovedì 11/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Lo smemorato di Collegno Lo "Smemorato di Collegno", è il nome che, nel 1927, la stampa affibbia a un uomo rinchiuso da un anno nel famoso manicomio del paese vicino a Torino. Come molti, nell'Italia del primo dopoguerra, dice di non ricordare nulla della propria identità, né del proprio passato. La Grande Guerra è finita da meno di dieci anni e i dispersi, o i reduci colpiti da amnesie non mancano. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e la professoressa Lisa Roscioni ripercorrono la storia dello smemorato di Collegno. Il suo caso riempie le cronache e divide l'opinione pubblica dell'epoca. Dopo la pubblicazione della sua foto nella rubrica sugli scomparsi di un settimanale a larghissima tiratura nazionale, infatti, due donne lo rivendicano come marito e padre dei loro figli. E mentre, con una di esse, lo Smemorato si costruisce una nuova vita, inizia il caso giudiziario che più di ogni altro appassiona l'Italia del Ventennio. Smemorato vittima della guerra o truffatore? Una vicenda intricata che vede sullo sfondo gli imbarazzi del Regime fascista e del Vaticano, negli anni che precedono il Concordato tra Stato e Chiesa.
 
06:00
Rai Storia
Ch: 54
Giovedì 11/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Lo smemorato di Collegno Lo "Smemorato di Collegno", è il nome che, nel 1927, la stampa affibbia a un uomo rinchiuso da un anno nel famoso manicomio del paese vicino a Torino. Come molti, nell'Italia del primo dopoguerra, dice di non ricordare nulla della propria identità, né del proprio passato. La Grande Guerra è finita da meno di dieci anni e i dispersi, o i reduci colpiti da amnesie non mancano. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e la professoressa Lisa Roscioni ripercorrono la storia dello smemorato di Collegno. Il suo caso riempie le cronache e divide l'opinione pubblica dell'epoca. Dopo la pubblicazione della sua foto nella rubrica sugli scomparsi di un settimanale a larghissima tiratura nazionale, infatti, due donne lo rivendicano come marito e padre dei loro figli. E mentre, con una di esse, lo Smemorato si costruisce una nuova vita, inizia il caso giudiziario che più di ogni altro appassiona l'Italia del Ventennio. Smemorato vittima della guerra o truffatore? Una vicenda intricata che vede sullo sfondo gli imbarazzi del Regime fascista e del Vaticano, negli anni che precedono il Concordato tra Stato e Chiesa.
 
08:50
Rai Storia
Ch: 54
Giovedì 11/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Lo smemorato di Collegno Lo "Smemorato di Collegno", è il nome che, nel 1927, la stampa affibbia a un uomo rinchiuso da un anno nel famoso manicomio del paese vicino a Torino. Come molti, nell'Italia del primo dopoguerra, dice di non ricordare nulla della propria identità, né del proprio passato. La Grande Guerra è finita da meno di dieci anni e i dispersi, o i reduci colpiti da amnesie non mancano. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e la professoressa Lisa Roscioni ripercorrono la storia dello smemorato di Collegno. Il suo caso riempie le cronache e divide l'opinione pubblica dell'epoca. Dopo la pubblicazione della sua foto nella rubrica sugli scomparsi di un settimanale a larghissima tiratura nazionale, infatti, due donne lo rivendicano come marito e padre dei loro figli. E mentre, con una di esse, lo Smemorato si costruisce una nuova vita, inizia il caso giudiziario che più di ogni altro appassiona l'Italia del Ventennio. Smemorato vittima della guerra o truffatore? Una vicenda intricata che vede sullo sfondo gli imbarazzi del Regime fascista e del Vaticano, negli anni che precedono il Concordato tra Stato e Chiesa.
 
13:15
Rai 3
Ch: 3
Giovedì 11/08/2022
(45m)
Stagione: 2020/21. La Legione straniera Nata nel 1831 per volontà del re Luigi Filippo, che doveva sostenere la campagna d'Algeria appena iniziata, la Legione straniera è un corpo speciale dell'esercito francese che arruola volontari di ogni nazionalità. Chi diventa legionario abbandona tutto e, all'occorrenza, persino l'identità. La Legione diventa così un riparo per molti avventurieri, perseguitati politici di ogni credo, criminali in fuga. Una caratteristica che ha fatto del legionario una figura romantica, che ha alimentato l'immaginario di tanto cinema e tanta letteratura. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli ne ricostruisce la storia insieme al professor Ernesto Galli della Loggia. Nella realtà, quella della Legione Straniera è una storia lunga e controversa, piena di battaglie all'ultimo sangue e di atti di eroismo, ma anche macchiata da gravi episodi di violenza su civili e nemici. Ridimensionata per volere di De Gaulle dopo il coinvolgimento del 1° Reggimento Straniero Paracadutisti nel golpe in Algeria del 1961, la Legione è oggi un corpo scelto per le missioni dell'esercito francese nel mondo.
 
14:25
Rai Storia
Ch: 54
Giovedì 11/08/2022
(35m)
Stagione: 2020/21. Lo smemorato di Collegno Lo "Smemorato di Collegno", è il nome che, nel 1927, la stampa affibbia a un uomo rinchiuso da un anno nel famoso manicomio del paese vicino a Torino. Come molti, nell'Italia del primo dopoguerra, dice di non ricordare nulla della propria identità, né del proprio passato. La Grande Guerra è finita da meno di dieci anni e i dispersi, o i reduci colpiti da amnesie non mancano. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e la professoressa Lisa Roscioni ripercorrono la storia dello smemorato di Collegno. Il suo caso riempie le cronache e divide l'opinione pubblica dell'epoca. Dopo la pubblicazione della sua foto nella rubrica sugli scomparsi di un settimanale a larghissima tiratura nazionale, infatti, due donne lo rivendicano come marito e padre dei loro figli. E mentre, con una di esse, lo Smemorato si costruisce una nuova vita, inizia il caso giudiziario che più di ogni altro appassiona l'Italia del Ventennio. Smemorato vittima della guerra o truffatore? Una vicenda intricata che vede sullo sfondo gli imbarazzi del Regime fascista e del Vaticano, negli anni che precedono il Concordato tra Stato e Chiesa.
 
20:35
Rai Storia
Ch: 54
Giovedì 11/08/2022
(35m)
Stagione: 2020/21. La Legione straniera Nata nel 1831 per volontà del re Luigi Filippo, che doveva sostenere la campagna d'Algeria appena iniziata, la Legione straniera è un corpo speciale dell'esercito francese che arruola volontari di ogni nazionalità. Chi diventa legionario abbandona tutto e, all'occorrenza, persino l'identità. La Legione diventa così un riparo per molti avventurieri, perseguitati politici di ogni credo, criminali in fuga. Una caratteristica che ha fatto del legionario una figura romantica, che ha alimentato l'immaginario di tanto cinema e tanta letteratura. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli ne ricostruisce la storia insieme al professor Ernesto Galli della Loggia. Nella realtà, quella della Legione Straniera è una storia lunga e controversa, piena di battaglie all'ultimo sangue e di atti di eroismo, ma anche macchiata da gravi episodi di violenza su civili e nemici. Ridimensionata per volere di De Gaulle dopo il coinvolgimento del 1° Reggimento Straniero Paracadutisti nel golpe in Algeria del 1961, la Legione è oggi un corpo scelto per le missioni dell'esercito francese nel mondo.
 
01:00
Rai Storia
Ch: 54
Venerdì 12/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. La Legione straniera Nata nel 1831 per volontà del re Luigi Filippo, che doveva sostenere la campagna d'Algeria appena iniziata, la Legione straniera è un corpo speciale dell'esercito francese che arruola volontari di ogni nazionalità. Chi diventa legionario abbandona tutto e, all'occorrenza, persino l'identità. La Legione diventa così un riparo per molti avventurieri, perseguitati politici di ogni credo, criminali in fuga. Una caratteristica che ha fatto del legionario una figura romantica, che ha alimentato l'immaginario di tanto cinema e tanta letteratura. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli ne ricostruisce la storia insieme al professor Ernesto Galli della Loggia. Nella realtà, quella della Legione Straniera è una storia lunga e controversa, piena di battaglie all'ultimo sangue e di atti di eroismo, ma anche macchiata da gravi episodi di violenza su civili e nemici. Ridimensionata per volere di De Gaulle dopo il coinvolgimento del 1° Reggimento Straniero Paracadutisti nel golpe in Algeria del 1961, la Legione è oggi un corpo scelto per le missioni dell'esercito francese nel mondo.
 
06:00
Rai Storia
Ch: 54
Venerdì 12/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. La Legione straniera Nata nel 1831 per volontà del re Luigi Filippo, che doveva sostenere la campagna d'Algeria appena iniziata, la Legione straniera è un corpo speciale dell'esercito francese che arruola volontari di ogni nazionalità. Chi diventa legionario abbandona tutto e, all'occorrenza, persino l'identità. La Legione diventa così un riparo per molti avventurieri, perseguitati politici di ogni credo, criminali in fuga. Una caratteristica che ha fatto del legionario una figura romantica, che ha alimentato l'immaginario di tanto cinema e tanta letteratura. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli ne ricostruisce la storia insieme al professor Ernesto Galli della Loggia. Nella realtà, quella della Legione Straniera è una storia lunga e controversa, piena di battaglie all'ultimo sangue e di atti di eroismo, ma anche macchiata da gravi episodi di violenza su civili e nemici. Ridimensionata per volere di De Gaulle dopo il coinvolgimento del 1° Reggimento Straniero Paracadutisti nel golpe in Algeria del 1961, la Legione è oggi un corpo scelto per le missioni dell'esercito francese nel mondo.
 
08:50
Rai Storia
Ch: 54
Venerdì 12/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. La Legione straniera Nata nel 1831 per volontà del re Luigi Filippo, che doveva sostenere la campagna d'Algeria appena iniziata, la Legione straniera è un corpo speciale dell'esercito francese che arruola volontari di ogni nazionalità. Chi diventa legionario abbandona tutto e, all'occorrenza, persino l'identità. La Legione diventa così un riparo per molti avventurieri, perseguitati politici di ogni credo, criminali in fuga. Una caratteristica che ha fatto del legionario una figura romantica, che ha alimentato l'immaginario di tanto cinema e tanta letteratura. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli ne ricostruisce la storia insieme al professor Ernesto Galli della Loggia. Nella realtà, quella della Legione Straniera è una storia lunga e controversa, piena di battaglie all'ultimo sangue e di atti di eroismo, ma anche macchiata da gravi episodi di violenza su civili e nemici. Ridimensionata per volere di De Gaulle dopo il coinvolgimento del 1° Reggimento Straniero Paracadutisti nel golpe in Algeria del 1961, la Legione è oggi un corpo scelto per le missioni dell'esercito francese nel mondo.
 
13:15
Rai 3
Ch: 3
Venerdì 12/08/2022
(45m)
Stagione: 2020/21. Alberto Sordi, l'italiano Il 15 giugno di cento anni fa, a Trastevere, nel cuore di Roma, nasceva l'italiano per eccellenza: Alberto Sordi. Un personaggio raccontato dalla professoressa Barbara Bracco e da Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Sin dai suoi esordi in teatro e alla radio, l'attore, regista, doppiatore, autore, ha portato alla ribalta l'uomo comune, coi suoi tanti vizi e le sue poche virtù, colto nella sua prosaica autenticità. Nella sua lunghissima carriera cinematografica, che conta quasi duecento film, Alberto Sordi ha dato vita a personaggi che hanno raccontato l'Italia uscita dal secondo conflitto mondiale, alle prese con la ricostruzione e poi col miracolo economico, fino alla crisi degli anni Settanta. Ancora oggi, il suo contributo alla costruzione della maschera dell'italiano resta indelebile nella memoria collettiva.
 
14:20
Rai Storia
Ch: 54
Venerdì 12/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. La Legione straniera Nata nel 1831 per volontà del re Luigi Filippo, che doveva sostenere la campagna d'Algeria appena iniziata, la Legione straniera è un corpo speciale dell'esercito francese che arruola volontari di ogni nazionalità. Chi diventa legionario abbandona tutto e, all'occorrenza, persino l'identità. La Legione diventa così un riparo per molti avventurieri, perseguitati politici di ogni credo, criminali in fuga. Una caratteristica che ha fatto del legionario una figura romantica, che ha alimentato l'immaginario di tanto cinema e tanta letteratura. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli ne ricostruisce la storia insieme al professor Ernesto Galli della Loggia. Nella realtà, quella della Legione Straniera è una storia lunga e controversa, piena di battaglie all'ultimo sangue e di atti di eroismo, ma anche macchiata da gravi episodi di violenza su civili e nemici. Ridimensionata per volere di De Gaulle dopo il coinvolgimento del 1° Reggimento Straniero Paracadutisti nel golpe in Algeria del 1961, la Legione è oggi un corpo scelto per le missioni dell'esercito francese nel mondo.
 
20:35
Rai Storia
Ch: 54
Venerdì 12/08/2022
(35m)
Stagione: 2020/21. Alberto Sordi, l'italiano Il 15 giugno di cento anni fa, a Trastevere, nel cuore di Roma, nasceva l'italiano per eccellenza: Alberto Sordi. Un personaggio raccontato dalla professoressa Barbara Bracco e da Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Sin dai suoi esordi in teatro e alla radio, l'attore, regista, doppiatore, autore, ha portato alla ribalta l'uomo comune, coi suoi tanti vizi e le sue poche virtù, colto nella sua prosaica autenticità. Nella sua lunghissima carriera cinematografica, che conta quasi duecento film, Alberto Sordi ha dato vita a personaggi che hanno raccontato l'Italia uscita dal secondo conflitto mondiale, alle prese con la ricostruzione e poi col miracolo economico, fino alla crisi degli anni Settanta. Ancora oggi, il suo contributo alla costruzione della maschera dell'italiano resta indelebile nella memoria collettiva.
 
01:00
Rai Storia
Ch: 54
Sabato 13/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Alberto Sordi, l'italiano Il 15 giugno di cento anni fa, a Trastevere, nel cuore di Roma, nasceva l'italiano per eccellenza: Alberto Sordi. Un personaggio raccontato dalla professoressa Barbara Bracco e da Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Sin dai suoi esordi in teatro e alla radio, l'attore, regista, doppiatore, autore, ha portato alla ribalta l'uomo comune, coi suoi tanti vizi e le sue poche virtù, colto nella sua prosaica autenticità. Nella sua lunghissima carriera cinematografica, che conta quasi duecento film, Alberto Sordi ha dato vita a personaggi che hanno raccontato l'Italia uscita dal secondo conflitto mondiale, alle prese con la ricostruzione e poi col miracolo economico, fino alla crisi degli anni Settanta. Ancora oggi, il suo contributo alla costruzione della maschera dell'italiano resta indelebile nella memoria collettiva.
 
06:00
Rai Storia
Ch: 54
Sabato 13/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Alberto Sordi, l'italiano Il 15 giugno di cento anni fa, a Trastevere, nel cuore di Roma, nasceva l'italiano per eccellenza: Alberto Sordi. Un personaggio raccontato dalla professoressa Barbara Bracco e da Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Sin dai suoi esordi in teatro e alla radio, l'attore, regista, doppiatore, autore, ha portato alla ribalta l'uomo comune, coi suoi tanti vizi e le sue poche virtù, colto nella sua prosaica autenticità. Nella sua lunghissima carriera cinematografica, che conta quasi duecento film, Alberto Sordi ha dato vita a personaggi che hanno raccontato l'Italia uscita dal secondo conflitto mondiale, alle prese con la ricostruzione e poi col miracolo economico, fino alla crisi degli anni Settanta. Ancora oggi, il suo contributo alla costruzione della maschera dell'italiano resta indelebile nella memoria collettiva.
 
09:00
Rai Storia
Ch: 54
Sabato 13/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Alberto Sordi, l'italiano Il 15 giugno di cento anni fa, a Trastevere, nel cuore di Roma, nasceva l'italiano per eccellenza: Alberto Sordi. Un personaggio raccontato dalla professoressa Barbara Bracco e da Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Sin dai suoi esordi in teatro e alla radio, l'attore, regista, doppiatore, autore, ha portato alla ribalta l'uomo comune, coi suoi tanti vizi e le sue poche virtù, colto nella sua prosaica autenticità. Nella sua lunghissima carriera cinematografica, che conta quasi duecento film, Alberto Sordi ha dato vita a personaggi che hanno raccontato l'Italia uscita dal secondo conflitto mondiale, alle prese con la ricostruzione e poi col miracolo economico, fino alla crisi degli anni Settanta. Ancora oggi, il suo contributo alla costruzione della maschera dell'italiano resta indelebile nella memoria collettiva.
 
14:20
Rai Storia
Ch: 54
Sabato 13/08/2022
(40m)
Stagione: 2020/21. Alberto Sordi, l'italiano Il 15 giugno di cento anni fa, a Trastevere, nel cuore di Roma, nasceva l'italiano per eccellenza: Alberto Sordi. Un personaggio raccontato dalla professoressa Barbara Bracco e da Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente". Sin dai suoi esordi in teatro e alla radio, l'attore, regista, doppiatore, autore, ha portato alla ribalta l'uomo comune, coi suoi tanti vizi e le sue poche virtù, colto nella sua prosaica autenticità. Nella sua lunghissima carriera cinematografica, che conta quasi duecento film, Alberto Sordi ha dato vita a personaggi che hanno raccontato l'Italia uscita dal secondo conflitto mondiale, alle prese con la ricostruzione e poi col miracolo economico, fino alla crisi degli anni Settanta. Ancora oggi, il suo contributo alla costruzione della maschera dell'italiano resta indelebile nella memoria collettiva.
 
20:35
Rai Storia
Ch: 54
Sabato 13/08/2022
(35m)
Stagione: 2021/22. Garibaldi e il Risorgimento Il Risorgimento italiano rivisto attraverso Giuseppe Garibaldi, la moglie e compagna d'avventura dell'eroe dei due mondi, Anita, e un grande scrittore testimone delle imprese garibaldine, Alexandre Dumas. Il primo capitolo è dedicato all'eroe più mitico e più celebrato del Risorgimento italiano: Garibaldi, l'artefice dell'impresa dei Mille: i volontari sbarcati sulle coste della Sicilia che riescono a sconfiggere l'esercito borbonico e a conquistare tutto il sud Italia. Un garibaldino d'eccezione è il grande scrittore francese Alexandre Dumas, sincero attivista democratico e grande ammiratore del Generale. Dumas partecipa attivamente all'impresa dei Mille, a cui dà il suo personale contributo e su cui scriverà un libro subito dopo. Obiettivo, infine, su Anita Garibaldi, che all'eroe del Risorgimento, conosciuto in Sud America, dedica la vita. Anita muore molto giovane, dopo avergli dato quattro figli. Accanto al mito di Garibaldi, la memoria degli italiani conserva uno spazio anche per lei.
Passato e presente Raffaello, l'arte e le ideeUno dei più grandi maestri del Rinascimento, Raffaello Sanzio, dalla vivace Urbino dei Montefeltro, dove è cresciuto nella bottega del padre, approda, poco più che ventenne, nella maestosa Roma di  (Continua...)
Descrizione: produzione , 1971. Durata 115 minuti circa. Al centro della commedia di Vicente Sanches, adattata dall'autore col regista, c'è una donna che ama l'irraggiungibile: s'innamora a posteriori dei mariti defunti. Morto il coniuge poco amato, si risposa lestamente, ma il rimpianto per il caro estinto si trasforma in devozione e la devozione in passione fin quando compare un gemello del morto, ma qui, avviandosi verso la fine, il meccanismo si fa stanco e ripetitivo. 1° film di Oliveira (1908) ad avere un successo internazionale e ad arrivare nel 1976 sul mercato italiano. La sua raffinata eleganza formale ne riscatta l'impianto teatrale con impieghi di una tecnica narrativa da cinema muto, l'uso funzionale delle scene, la sapienza nella direzione degli attori, specialmente nel reparto femminile.AUTORE LETTERARIO: Vicente Sanches
Cast: 'Regia di Manoel de Oliveira. Con Maria De Saisset, Manuela De Freitas, Alberto Iñacio, Pedro Pinheiro. Barbara Vieira'

Passato e presente in Streaming

Per rivedere l'ultima puntata di Passato e presente in streaming Clicca qui.

Le altre puntate di Passato e presente in Streaming

Cerca Passato e presente su altri siti:
Cerca su MyMovies
Cerca su Wikipedia

Commenti - Recensioni

Commento Rapido:
Email: (Non verrà pubblicata)
5 gen 2018
a proposito della puntata dell'inquisizione, Franco Cardini sembra giustificare le violenze perpretate dai capi della chiesa cattolica,spero che qualcuno gli faccia le stesse cose che sono stata fatte a quelle povere persone.e Dio si ricorderà di lui e di quel fantoccio vestito di bianco che si affaccia alla finestra e di tutti i babbei che lo ascoltano e gli vanno dietro adorandolo come un Dio.Dandogli la giusta punizione.



Per consigli, critiche, suggerimenti e segnalazioni scrivici a redazione@zam.it





tv.zam.it © 2005-2022 Per Eventuali comunicazioni, segnalazioni e broken links Contattaci - Redazione - Sitemap - Informazioni sulla Privacy